Il fatto

Afragola, Ikea perde ricorso al Tar contro il comune

IL colosso svedese, ha perso il ricorso contro il comune di Afragola per la costruzione di uno svincolo autostradale promesso nell'accordo del 2001 è mai realizzato. Rigettato pure quello della NAC costruzioni che ha costruito lo stabile. Il sindaco Tuccillo: "Ikea dovrà dare seguito a un impegno assunto oltre 15 anni fa e che qualcuno aveva dimenticato di far rispettare".

L'ikea perde il ricorso al Tar e dovrà mettere mano allo svincolo autostradale sull'A1-A16 promesso nell'accordo del 2001. Una battaglia questa, che per adesso vede vincitore il comune di Afragola guidato dal sindaco Domenico Tuccillo, il quale, da quando si è insediato, ha subito rispolverato gli accordi del passato, ma mai eseguiti, e chiedendo al megastore svedese presente dal 2004 sul territorio afragolese di rispettare gli accordi sottoscritti. A rispondere a Tuccillo, ci hanno pensato non solo il colosso svedese, ma anche la Nac costruzioni che, in due diversi ricorsi presentati innanzi al Tar della Campania, si sono visti rigettare le istanze presentate per evitare di mettere in esecuzione l'accordo. «Ikea dovrà dare seguito a un impegno assunto oltre 15 anni fa e che qualcuno aveva dimenticato di far rispettare». Così, il Sindaco, Domenico Tuccillo, visibilmente soddisfatto, commenta la sentenza del Tribunale amministrativo della Campania circa le opere compensative di urbanizzazione esterne che dovranno essere realizzate a servizio della città per un valore di oltre 1 milione di euro. «Subito dopo la mia elezione - ricorda il primo cittadino - convocai una conferenza di servizi per dare seguito agli accordi firmati nel 2001 e richiamare il megastore ai suoi obblighi che erano stati disattesi in un insolito clima di silenzio. Questa sentenza dà finalmente ragione alla nostra opera di approfondimento e fa luce su una vicenda dai contorni poco chiari. Ancora una volta si tratta di un'azione di ripristino della legalità per ottenere il rispetto delle regole, in questo modo siamo riusciti a scongiurare il rischio che l'accordo per la costruzione dello svincolo autostradale per Afragola finisse nel dimenticatoio configurando un danno significativo per la nostra città. La multinazionale svedese che costruisce mobili in tutto il mondo - conclude Tuccillo - dovrà ora rispettare il contratto e costruire lo svincolo autostradale per gli afragolesi». Ovviamente, tra il colosso svedese ed il comune di Afragola non è mai scorso buon sangue. Tanto è vero che, ancora oggi tra i due megastore presenti nella zona, ci sono le famose opere compensative cioè i campetti di tennis e di calcetto gestiti in passato dalle associazioni locali, ma che adesso rischiano di essere nuovamente abbandonate e vandalizzate se il comune non provvede al loro riutilizzo. Insomma, sempre se il tutto non si areni in un ricorso al consiglio di stato, Ikea deve costruire uno svincolo che abbraccia non solo la Napoli -Roma, ma anche l'autostrada che proviene da Bari. Un'opera importante è costosa, che per adesso vede il colosso svedese mettere mano al portafogli.

Francesco Celardo

Categoria: