La tentata estorsione

Frattamaggiore, entra in un calzaturificio minacciandolo di farlo saltare in aria: in manette un 26enne del posto

Salvatore Lucaioli 26anni, avrà pensato che per essere pagato su estorsione è meglio minacciare con le bombe. Infatti, per farsi pagare dal titolare dell'attività commerciale lo aveva minacciato di far saltare tutto per aria se non avesse pagato una somma in denaro agli amici del posto. Il Lucaioli, secondo le forze dell'ordine è ritenuto contiguo al sodalizio criminale attivo a Frattamaggiore e Frattaminore

Voleva far saltare per aria un calzaturificio: in manette un 26enne del posto. Salvatore Lucaioli 26anni, avrà pensato che per essere pagato su estorsione è meglio minacciare con le bombe. Infatti, per farsi pagare dal titolare dell'attività commerciale lo aveva minacciato di far saltare tutto per aria se non avesse pagato una somma in denaro agli amici del posto. Il Lucaioli, secondo le forze dell'ordine è ritenuto contiguo al sodalizio criminale attivo a Frattamaggiore e Frattaminore. Il 26enne, senza indugio, è entrato in un calzaturificio è si è avvicinato ad un operaio, minacciando che l’attività sarebbe saltata in aria se i titolari della ditta non avessero pagato al gruppo criminale e quindi dovevano rivolgersi “agli amici” per sapere quanto pagare. Ma il titolare ha subito esposto denuncia permettendo ai carabinieri della locale stazione di visionare subito i filmati della sorveglianza, permettendo di identificare subito l’autore della tentata estorsione. Lucaioli è stato rintracciandolo mentre era a passeggio chiacchierando con degli amici. Dopo gli accertamenti di rito, è stato tradotto con l'accusa di estorsione aggravata presso il carcere di Secondigliano. Il g.i.p. di Napoli ha convalidato il fermo della polizia giudiziaria e ha disposto la permanenza in carcere per il 26enne.

Francesco Celardo

Categoria: