L'operazione dei carabinieri

Napoli, fingevano guasti alle vetture noleggiate per rivenderle all'estero: due arresti

Secondo gli investigatori dell'arma, due persone avevano messo in piedi un sistema niente male, cioè contattavano per telefono una società di noleggio a lungo termine e fingendosi clienti, avevano lamentato guasti al veicolo in locazione, ottenendo l’auto sostitutiva prevista nei casi di guasto, incidente o avaria. Le 10 auto, una volta ritirate da agenzie convenzionate sul territorio, non erano state mai più restituite. Dai primi accertamenti risultano vendute all'estero.

IL trucco era niente male. Faccio affittare le vetture, dico che si sono guastate, mi rifaccio dare una nuova, e non la consegno più. Dieci sono le macchine sparite in pochi giorni fino a quando i carabinieri di Napoli non hanno scoperto chi c'era dietro al piano ben studiato a tavolino. Secondo gli investigatori dell'arma, due persone avevano messo in piedi un sistema niente male, cioè contattavano per telefono una società di noleggio a lungo termine e fingendosi clienti, avevano lamentato guasti al veicolo in locazione, ottenendo l’auto sostitutiva prevista nei casi di guasto, incidente o avaria.
Le 10 auto, una volta ritirate da agenzie convenzionate sul territorio, non erano state mai più restituite. Dai primi accertamenti risultano vendute all'estero.
A porre fine alla truffa, iniziata con l’appropriazione dei dati delle vetture e di quelli dei clienti in circostanze in via di compiuto accertamento, i carabinieri del nucleo investigativo di Napoli, che hanno arrestato Lucio Musella , 27 anni e Giorgio Romano, 38 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine e di Napoli.
I militari, li hanno bloccati in flagranza durante l’ennesimo “colpo” individuandoli all’aeroporto di Napoli: erano appena usciti da una delle società convenzionate dopo aver ritirato un fiammante veicolo con il solito raggiro.

Francesco Celardo

Categoria: