Le polemiche politiche

Afragola, il bilancio consolidato passa tra le polemiche avvocatura e l'assunzione di un nuovo dirigente

Ma cosa ha fatto infiammare il dibattito? l'assunzione di un nuovo dirigente che si tingerebbe di un piccolo giallo: il comune non ha i soldi per l'assunzione, e lo spostamento di 51mila euro all'ufficio dell'avvocatura,tutte contenute nella variazione di bilancio appena approvata in consiglio comunale. Giustino ha difeso con i denti l'avvocatura poiché accusata di non essersi difesa bene nell'ultima sentenza emessa dal Tar Campania nei confronti di un consorzio di cooperative. Per il consigliere Concas "come mai sulla causa persa al Tar l'avvocatura non ha proposto ricorso al Consiglio di Stato? mentre per Montefusco "l'avvocatura è indifendibile".

Un consiglio comunale molto convulso è stato quello che si è tenuto ieri pomeriggio dove all'ordine del giorno vi era il voto sul bilancio consolidato, ( sistema nuovo di gestione delle casse comunali) e poi le delibere di pubblica utilità. Le delibere, che in ordine di scaletta erano al secondo posto, per votazione unanime (solo uno contrario ed un astenuto), sono passate al settimo posto, venendo poi rinviate. Quindi, il dibattito si è spostato tutto sulla delibera di approvazione del bilancio consolidato. A rompere il ghiaccio ci ha pensato subito Enzo Concas, ex maggioranza, ma del PD, con una serie di questioni dalle quali sono scattate una serie di dichiarazioni che hanno portato al presidente del consiglio comunale Nicola Perrino ad inviare tutti gli atti alla Procura della Repubblica di Napoli Nord. Ma andiamo ai fatti. Ma cosa ha fatto infiammare il dibattito? l'assunzione di un nuovo dirigente che si tingerebbe di un piccolo giallo: il comune non ha i soldi per l'assunzione. Poi, lo spostamento di 51mila euro all'ufficio dell'avvocatura, tutte contenute nella variazione di bilancio approvata in consiglio comunale. Per Concas “ ma vi pare serio che voi fate una selezione per un dirigente che già sapete il nome, e poi dovete mettere mano ad una variazione di bilancio per poterlo assumere? -E poi, sull'avvocatura Concas afferma che- “come mai sul ricorso perso al Tar dal comune in merito ad un consorzio che era stato escluso per mancanza di requisiti, non ha proposto ricorso al Consiglio di Stato?” Il tutto, nasce dai 51mila euro proposti in delibera per l'ufficio avvocatura ma che ha di fatto scatenato forti polemiche in merito proprio all'ultima sentenza emessa dal Tar Campania, dove il comune di Afragola ha perso, e che lo stesso giudice del Tar, nella sentenza ha evidenziato come palazzo municipio “non si è difeso come avrebbe dovuto”. Oltre che, alle tante altre sentenze che vedono la casa comunale perdere per una semplice causa stradale. A difendere a spada tratta l'avvocatura è stato il capogruppo di A Viso Aperto Gennaro Giustino il quale ha ritenuto che sono infondate le polemiche sull'ufficio degli avvocati comunali elencando pure i successi ottenuti, quindi l'avvocatura funziona benissimo. Ma Giustino, ha voluto pure lanciare un monito al sindaco Domenico Tuccillo:“bisogna rivedere tutta la linea politica iniziale che non si esclude alle prossime elezioni potrebbe cambiare”.Ma il dibattito ha preso una brutta piega sul botta e risposta tra lo stesso Giustino ed il consigliere Montefusco (ai limiti della querela), dove lo stesso Montefusco annuncerà denuncia penale. La tensione si è alzata quando Giustino ha ribattuto la tesi di Montefusco e Concas sull'avvocatura, mentre Montefusco sviscerava gli insuccessi dell'ufficio avvocatura ricordando una famosa transazione dove il comune si poteva pure appellare ma non lo ha fatto, e che dovette versare nelle casse di una ditta di rifiuti più di un milione di euro e poi le tante cause appese al giudice di pace. Insomma, toni duri, accuse ad entrambe le parti, ma il dato finale e che Tuccillo, sulla questione abusivismo edilizio ha praticamente rinviato il problema.

Francesco Celardo

Categoria: